Ringrazio sentitamente l’assessore ai Beni culturali, l’avvocato Vermiglio, per aver dato grande visibilità alla Provincia di Trapani, assegnando sostanziali fondi a importanti realtà culturali” lo dice Giovanni Lo Sciuto riferendosi agli stanziamenti previsti all’interno del Patto per la Sicilia 2016, a sua volta incluso nel nazionale Patto per il Sud.

Ai 63 milioni già deliberati per i beni culturali dalla giunta regionale lo scorso 17 maggio – informa il deputato regionale Ncd – se ne aggiungono 44 già assegnati ma non utilizzati che permettono una assegnazione ancor più cospicua.

In particolare – dice il vicepresidente della commissione Cultura – ne vengono assegnati quasi 22 e mezzo al Trapanese con significative cifre a beneficio di Selinunte, oltre 5 milioni per la riqualificazione e la fruizione del patrimonio archeologico compreso nel parco, 3 milioni netti per il recupero e – conclude Lo Sciuto – l’adattamento funzionale della chiesa del Collegio a Museo degli arazzi di Marsala e quasi 5 per il completamento del restauro dell’ex Stabilimento Florio a Favignana”.

Achora selinunte completare la cifra di 22.414.175 euro destinati ai beni culturali del Trapanese, appannaggi per Calatafimi-Segesta, Castellammare del Golfo, Erice e la stessa Trapani.