Riportiamo di seguito la lettera inviata da Serena Navetta, in qualità di responsabile TDM Castelvetrano, alla Commissione Straordinaria del Comune di Castelvetrano.

Per come avete avuto modo di constatare la scorsa estate, è stato impossibile per la Commissione appena insediata, garantire ai cittadini disabili degli accessi liberi tramite passerelle, sulla spiaggia di Triscina e Selinunte.

E’ stata violata la legge 104 del 1992, impedendo ai nostri ragazzi di recarsi liberamente al mare. Grazie alla vostra collaborazione, delle Associazioni sostenitrici e dei proprietari degli stabilimenti balneari in loco, è stato possibile garantire un’ alternativa di percorso, non facile però per i disabili ed i loro familiari, i quali purtroppo, alcuni hanno rinunciato per l’ intera stagione, con grande rassegnazione e tristezza.

In virtù della vostra sensibilità ed interessamento dimostrato su tale increscioso problema, il Tribunale per i Diritti del Malato di Castelvetrano, chiede se è già in corso un percorso risolutivo per l’ estate 2018. Sarà possibile garantire ai nostri disabili, a Triscina e Selinunte, alcune passerelle libere, che arrivino a pochi metri dal bagnasciuga, facilitando le fatiche dei familiari e per la felicità dei nostri ragazzi? I Diritti dei cittadini disabili non vanno in vacanza, i nostri disabili invece ne hanno pieno Diritto.

Certi della vostra attenzione ed in attesa di vostre buone notizie, porgiamo distinti saluti.

Il Resp. TDM Castelvetrano
Serena Navetta