partito democratico

Per nulla soddisfacenti le risposte che l’Amministrazione comunale di Castelvetrano, per voce del Sindaco, ha esposto sulle interrogazioni del Partito Democratico, trattate in Consiglio comunale ieri sera ed aventi ad oggetto il servizio bus navetta-circolare interna a Marinella e Triscina di Selinunte, i manifesti 6×3 pubblicitari del parco archeologico, il mantenimento dell’Ufficio del Giudice di Pace.

Il Sindaco si è limitato a leggere le note scritte predisposte dagli Uffici di competenza, senza offrire, a nostro avviso, alcuna scelta politica o soluzione di prospettiva alle tematiche sollevate dal gruppo consiliare del PD, che non può far altro che continuare a constatare come questa nuova amministrazione abbia abbandonato quell’idea di programmazione politica che non può esclusivamente limitarsi alla valutazione di soluzioni giorno per giorno o alla semplicistica analisi costi/benefici nell’offerta, quantomeno, dei servizi essenziali alla comunità.

Non ci soddisfa che sia una ditta esterna, per quanto aggiudicataria dell’appalto per il progetto “Il turista viaggia ben informato”, a scegliere come e dove svolgere la promozione turistica del nostro territorio senza alcuna indicazione da parte di chi ci amministra, non ci soddisfa la risposta sulle minori necessità di servizi di bus navetta a Triscina, previsti esclusivamente per il mese di agosto, e la mancata risposta sui collegamenti con Castelvetrano, non ci soddisfa neppure apprendere che l’amministrazione comunale rimanda la scelta sul mantenimento o meno dell’Ufficio del Giudice di Pace ad una analisi costi/benefici nonostante le sollecitazioni della classe forense e dei tecnici collaboratori del Tribunale favorevoli al mantenimento per i benefici in termini di servizi alla comunità che l’Ufficio del Giudice di Pace comunque offre.

Insomma, un continuo non scegliere e additare le responsabilità su altri soggetti nascondendo le proprie inefficienze, mancanze e una gestione statica della cosa pubblica, volta più alla ricerca di consenso per la prossima tornata elettorale che ad una visione di prospettiva positiva di sviluppo per gli anni a venire.

Pur comprendendo le limitate risorse economiche a bilancio ed i problemi atavici del territorio, il giudizio negativo che ne deriva sull’operato di questa amministrazione, non limitandosi agli argomenti oggetto di interrogazione, diventa sempre più incentivo per il Partito Democratico ad una alternativa migliorativa della proposta politica, rinnovata nei contenuti e nel metodo, per la nostra Città.

Il Gruppo Consiliare Partito Democratico