libro bianco belice errante

Il sindaco Felice Errante è l’unico responsabile di questa paralisi amministrativa e della vicenda Giambalvo. Le sue dimissioni sono inevitabili.

Non è più tollerabile assistere alla solita immaturità politica del Sindaco che cambia le proprie dichiarazioni e posizioni da un giorno all’altro, addossando ogni responsabilità a lui ascrivibile sul Consiglio comunale, proponendo nuovamente ed inutilmente la richiesta di dimissioni al consigliere Giambalvo e, quel che ci sembra più grave, la sospensione dell’attività consiliare, al solo inammissibile fine di sottrarsi al confronto democratico d’aula su ogni questione politica e amministrativa, non da ultimo sulle sue inadempienze politiche e amministrative.

A seguito della recentissima convocazione del Sindaco della Città da parte del Comitato provinciale per la Sicurezza e l’Ordine Pubblico e alla luce delle conferenze di Capigruppo consiliare di questi ultimi due giorni, il Direttivo del Partito Democratico di Castelvetrano, di concerto con il gruppo consiliare, nella serenità di svolgere con correttezza e trasparenza il proprio ruolo politico ed istituzionale senza essere mai stati condizionati da pressioni esterne di qualunque tipo, ha espresso la disponibilità alle dimissioni del proprio organo di rappresentanza dal Consiglio Comunale, per la salvaguardia delle istituzioni della nostra Città, nel pieno rispetto del valore democratico della rappresentanza.

Ma ancora una volta il Sindaco e la sua maggioranza tentano di distrarre i cittadini dai reali problemi della Città che questa amministrazione e questa maggioranza non riesce a risolvere.

Basta con questa finzione, basta con questo addossare colpe e responsabilità su altri, basta con questi comportamenti, inaccettabili per il Partito Democratico, che denotano l’incapacità di questo Sindaco a portare avanti una gestione amministrativa con serietà e serenità di giudizio, con efficienza ed oculatezza.
Per questo chiediamo che si dimetta.

Il Partito Democratico di Castelvetrano