Il Sindaco Errante, unitamente all’Assessore alle Opere Pubbliche , Avv. Girolamo Signorello rende noto che sono già stati effettuati alcuni lavori di ripristino dell’illuminazione all’interno di cortili, che da qualche tempo si trovavano privi di illuminazione ed altri lavori prenderanno il via nelle prossime settimane.

A seguito della recente ristrutturazione degli impianti di proprietà Enel SO.L.E. finalizzata ad eliminare il rischio elettrico, gli impianti derivati di proprietà comunale, collegati alle reti della società anzidetta erano stati irrimediabilmente scollegati e pertanto disattivati, creando nocumento agli abitanti dei predetti cortili , che da qualche mese si trovavano privi della pubblica illuminazione con i comprensibili disagi che questo comportava. I primi interventi hanno riguardato il cortile fratelli Bandiera (ricadente nella Via Centonze) e parte del piazzale Gentile.

L’assessore Signorello entra nel dettaglio: “Con determina n. 811 del 7.11.2016 i lavori per la ristrutturazione degli impianti derivati di cui trattasi sono stati affidati alla stessa società Enel SO.L.E. e gli stessi sono stati giù ultimati, per quanto attiene il cortile f.lli Bandiera, e in corso d’opera per quanto attiene gli impianti di piazzale Gentile, con un costo di € 3.548,15 oltre iva. Con successiva determina n. 932 del 13.12.2016 la stessa Enel SO.L.E. è stata incaricata di procedere, altresì, nella ristrutturazione degli impianti afferenti i cortili di via Sirtori, Lazzaretto e Mazzini, al fine di poterli collegarli alla nuova realizzata rete elettrica che la società ha recentemente ultimato per un costo € 6.895,84 oltre iva- conclude Signorello- gli interventi previsti rivestono fondamentale importanza in merito al fatto che se la società Enel So.L.E. a breve avrebbe sezionato per garantire i giusti margini di sicurezza elettrica, tali reti di proprietà comunale causando in tal modo il completo oscuramento di circa 60 corpi illuminanti presenti prevalentemente nei cortili di cui trattasi lasciando al buio decine di famiglie che oggi invece non dovranno subire questi disagi”.