ASCOLTA L'ARTICOLO
Ha preso il via ieri sera al Castello Grifeo di Partanna la rassegna ‘Teatri di scuola’, promossa dall’Amministrazione Comunale e inaugurata dallo spettacolo “Il mondo salvato dai ragazzini” di Elsa Morante, interpretato dai ragazzi dell’I.C. Capuana Pardo di Castelvetrano. Numeroso e caloroso il pubblico presente che ha salutato in piedi i giovanissimi attori tributando loro scroscianti applausi. “Abbiamo voluto dar vita a quest’iniziativa culturale convinti che consentire ai giovani di fare teatro, di viverlo e crearlo, con il coordinamento artistico di Giacomo Bonagiuso – dice il sindaco Nicolò Catania – soprattutto dopo la pandemia che ha interrotto i contatti e la fisicità per lungo tempo, sia un modo importante per restituire ai giovani la fiducia nelle loro potenzialità. In collaborazione con l’Associazione Teatro Libero, dunque, al Castello e all’auditorium Giacomo Leggio, diamo vita a questa prima edizione pilota per dare una vetrina ai giovani che faranno teatro nei loro Istituti”.
Tre i lavori e tre scuole coinvolte in questa prima edizione: l’Istituto “Capuana-Pardo” di Castelvetrano, “La storia della bambola abbandonata”, di Giorgio Strehler, che Massimo Pastore ha riadattato sulle corde dei giovani dell’Istituto “Giovanni XXIII” di Paceco e il musical “Il Re Leone”, messo in scena dai giovani dell’Istituto “Rita Levi Montalcini” di Partanna, presso l’Auditorium Giacomo Leggio, e diretto da Roberto Messina.
AUTORE.