Otto cuccioli di cane sono stati trovati ieri in un pozzo profondo circa 7 metri nei pressi dei ruderi del paese vecchio di Santa Margherita di Belice. Tutto lascia pensare che sia stato un balordo a disfarsi degli animali appena nati. A sentire i loro guaiti una famiglia di Castelvetrano che si trovava in zona per una passeggiata. L’immediata telefonata ai Vigili del Fuoco ha permesso in salvataggio di tutti i cuccioli.

I pompieri si sono calati all’interno del pozzo fino a raggiungere e recuperare gli otto cuccioli per affidarli tempestivamente a Chiara Calasanzio, fondatrice dell’Oasi Ohana che da 10 anni accoglie cani abbandonati del territorio.

La giovane, con la collaborazione di altri volontari ha iniziato le procedure di allattamento per aiutare i “pelosi” a recuperare le forze dopo il vile gesto di qualche mostro. Qualche altra ora in più in quelle condizioni avrebbe sicuramente causato la morte di tutta la cucciolata.

“Chi ha fatto questo gesto li voleva morti. E’ un tentato omicidio – scrive Calasanzio sui social e ci é andato molto vicino. Io e Francesca li stiamo allattando, ma tutti fanno fatica a mangiare. Uno, in particolare, é rimasto gravemente ferito dalla caduta e temiamo per la sua vita”

Uno dei cuccioli è stato adottato dalla famiglia di Castelvetrano che ha fatto il ritrovamento. Per chi volesse supportare Chiara Calasanzio può contattarla al numero 3277607352 oppure tramite la pagina facebook: https://www.facebook.com/oasiohana/