Ancora buone notizie giungono dalla seduta di oggi della la commissione Salute dell’ARS, presieduta da Margherita La Rocca Ruvolo. La conferma giunge anche da Elena Ferraro che ha seguito l’iter dell’approvazione della nuova rete ospedaliera!

Alle informazioni riportate ieri: Pediatria 6 posti letto; Ematologia 4; Ostetricia 8; Neonatologia 2, Riabilitazione 12; Chirurgia generale 14; si aggiunge il servizio di Rianimazione e Chirurgia generale che diventa UOSD (Unità Operativa Semplice Dipartimentale).

Il Tribunale per i Diritti del Malato sez. Castelvetrano, nella persona di Serena Navetta, esprime profondo ringraziamento nei confronti dell’ On. Margherita La Rocca Ruvolo per l’impegno e la notevole attenzione rivolta verso il nosocomio Belicino, troppo importante per le sue caratteristiche strutturali, posizione geografica, bacino d’utenza e qualità e quantità di servizi erogati per non meritare la giusta attenzione da parte delle Istituzioni garanti della salute della collettività.

Siamo sicuri – dichiara Navetta – che l’attenzione dell’ On. La Rocca Ruvolo continuerà ad essere vigile in tutto il lungo e complesso percorso che ancora manca al completamento della Nuova Rete Ospedaliera della Regione Siciliana. Un ringraziamento va ai Sindaci del Belice che si sono mobilitati in difesa del nostro ospedale belicino.

Il Tribunale per i Diritti del Malato è grato alla VI Commissione ed all’ Ass. Ruggero Razza per l’ apertura, attenzione ed attuazione delle istanze da noi avanzate. È stato così possibile salvare tutti i nostri reparti nessuno escluso! Compresa rianimazione e punto nascita!

PRECISAZIONE TDM: “Fra notizie certe e smentite, siamo arrivati alla conclusione che il servizio di rianimazione c’è ma non i 4 posti letto della terapia intensiva. Per cui il Tribunale per i Diritti del Malato non può accontentarsi di questa situazione nella quale l’ospedale rimane a rischio. Salvare tutti gli altri reparti compreso il punto nascita non serve se non abbiamo la terapia intensiva”