Preoccupati e pronti ad appellarsi ai sindaci del Belìce per «avviare un’iniziativa di forte sensibilizzazione della società civile». È tornato a riunirsi l’Osservatorio delle Associazioni della Valle del Belìce (Orgoglio Castelvetranese, Adconsum e società civile) per tornare ad esaminare la problematica dell’ospedale, alla luce anche della prima ventilata e poi momentaneamente rientrata chiusura del reparto di Ortopedia.

Se l’Ortopedia è tornata a funzionare, la preoccupazione è quella che l’ospedale verrà declassato. «La situazione permane critica in riferimento alla individuazione dei DEA di primo livello rispetto alla classificazione del nostro ospedale come presidio di base, con riduzione di 9 delle unità complesse che passano a semplici», ha scritto l’Osservatorio. La preoccupazione maggiore è nata dopo che lo scorso 21 maggio la Giunta regionale ha approvato l’atto aziendale dell’Asp Trapani, firmato dall’ex direttore generale Fabio Damiani. Per l’Osservatorio quell’atto è il «preambolo della fine».

L’impegno dell’Osservatorio non si ferma. Ecco perché per venerdì 26 giugno, alle 19,30, hanno fissato un incontro presso il salone della parrocchia di Maria Ss. della Salute. E l’auspicio è quello che la partecipazione sia massiccia.