Voglimi SELINUNTE

Comitato Orgoglio Castelvetranese interviene sulla chiusura del punto nascita di Mazara

Il comitato cittadino Orgoglio Castelvetranese – che da mesi è in prima linea nella difesa dell’Ospedale del Belice avverso il declassamento previsto dal piano sanitario Razza, contro cui ha inoltrato ricorso straordinario gerarchico – in merito all’annunciata temporanea chiusura del punto nascita di Mazara del Vallo e al suo accorpamento con quello dell’ospedale di Castelvetrano, denuncia innanzitutto la scomposta reazione di taluni ambienti di quella città, e segnatamente del cappellano di quell’Ospedale che ha arbitrariamente definito il nostro nosocomio “fatiscente”, aggiungendo una serie di particolari non corrispondenti al vero; sottolinea ancora una volta la collocazione strategica dell’Ospedale del Belice – tale la denominazione chiesta con nostra petizione sottoscritta da 9000 cittadini – a salvaguardia del diritto alla salute di una popolazione di circa 100.000 abitanti; rileva che la difesa dei legittimi interessi di una comunità non può essere condotta a detrimento dei diritti di altre realtà territoriali, propagando notizie e dati che non hanno alcun riscontro fattuale; invita ancora una volta le istituzioni, le forze politiche e sindacali, i gruppi sociali e l’opinione pubblica del Belìce a tenere alto il livello di attenzione contro tutti i tentativi volti a mortificare, come in passato troppe volte è accaduto, le aspettative di una comunità che non vuole rinunciare agli standard essenziali di una vita civile.

Il presidente Prof. Francesco Saverio Calcara