Il Comitato Civico Orgoglio Castelvetranese, nella sua battaglia in difesa del diritto alla salute delle popolazioni della Valle del Belice, trova alleanze in altri comitati spontanei.

L’essenza vitale di una collaborazione, in difesa di altri ospedali siciliani in difficoltà, si sostanzia oggi in una delegazione di Orgoglio Castelvetranese formata dal presidente Francesco Saverio Calcara e dalla segretaria Lina Stabile, presente a Pantelleria per offrire la solidarietà alle donne che protestano per il loro punto nascite, come Annalu’, Giovanna e Ornella.

Combatteremo insieme per provare ad invertire la scellerata strategia del piano territoriale sanitario regionale siciliano.

Il Direttivo di Orgoglio Castelvetranese ha ritenuto opportuno iniziare una fattiva collaborazione con le donne di Pantelleria, con gli esponenti della protesta in difesa degli ospedali di Lipari, Mussomeli e Giarre, affinché si costituisca un fronte comune di resistenza civile alla pervicacia della politica regionale che intende maltrattare i nostri territori e negarci il nostro diritto costituzionale alla salute.

Per favorire i nuovi Dea si intende smembrare l’ospedale del Belice e privare del servizio sanitario oltre 100.000 abitanti belicini.

Intendiamo intensificare la nostra protesta e adottare tutte quelle iniziative di lotta civica necessarie a porre argine alle prevaricatorie decisioni politiche regionali.