tribunale castelvetranoOggi si è concluso presso il Tribunale di Palermo, di fronte al G.U.P Guglielmo Nicastro, il processo scaturito dalla c.d. ‘Operazione mandamento’, che vedeva tra gli altri coinvolto l’ex consigliere comunale Santo Sacco, il quale è stato condannato alla pena di anni 12 di reclusione per il reato di associazione mafiosa. 

Nello stesso processo Giacomo Villa è stato condannato a 8 anni per i medesimi reati, mentre nei confronti di Savatore Angelo sono stati inflitti 13 anni e 4 mesi  di reclusione.

Assolti, invece, Spallino Antonino e Spallino Raffaella, entrambi difesi dall’Avvocato Celestino Cardinale, assieme  a Nastasi Antonino ed Italia Antonina  difesi dall’Avvocato G.Pantaleo.

Nello specifico, per Antonino e Raffaella Spallino , trattavasi di due imputazioni per il reato di trasferimento fraudolento di valori con l’aggravante mafiosa, in relazione alle quali il Giudice ha pronunciato sentenza di assoluzione perché il fatto non sussiste per una delle due imputazioni e per l’altra, esclusa l’aggravante, ha pronunciato sentenza di non luogo a procedere per prescrizione.