La settimana scorsa, nell’ambito di un servizio finalizzato al contrasto dello spaccio e dell’uso di sostanze stupefacenti, i carabinieri della Stazione di Salaparuta, guidati dal Mar. Catalano, con il supporto dei carabinieri di Gibellina, hanno tratto in arresto C.R., 22enne incensurato di Santa Ninfa.

L’arresto è seguito ad una perquisizione veicolare che i militari hanno effettuato sull’autovettura del giovane, dopo aver notato strani movimenti dello stesso per le vie del piccolo centro belicino.

controlli carabinieri

Insospettiti dall’insolito via-vai di giovani venutosi a creare intorno all’auto, è scattato il controllo. C.R. è stato trovato in possesso di 130 grammi di hashish, di cui un panetto ancora integro da 100 grammi ed altre varie dosi di diverso peso, e di materiale per il confezionamento delle dosi, tra cui bilancini di precisione e coltelli.

Droga e materiale sono stati sequestrati ed il santaninfese è stato accompagnato nella caserma di Salaparuta, dove è stato dichiarato in arresto per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

A seguito della convalida dell’arresto, tenutasi lo scorso 9 luglio innanzi al GIP del Tribunale di Sciacca, C.R. è stato sottoposto alla misura cautelare dell’obbligo di dimora a Santa Ninfa. Dall’inizio dell’anno i Carabinieri della Compagnia di Castelvetrano hanno sequestrato complessivamente oltre mezzo chilo di droga di vario tipo.

Comunicato Stampa – CC Castelvetrano