Carmelo Bonetta è stato condannato a 30 anni per il terribile omicidio di Nicoletta Indelicato. Lo ha deciso questa mattina il Tribunale di Marsala, ove Bonetta, reo confesso, era imputato con il rito abbreviato. Il corpo della giovane 25enne venne rinvenuto nel marzo del 2019 dai Carabinieri in una campagna di Contrada Sant’Onofrio a Marsala.

Nella sentenza anche la condanna (immediatamente esecutiva) a risarcire la famiglia Indelicato con 300.000 euro, oltre che l’interdizione perpetua dai pubblici uffici. Bonetta è stato riconosciuto colpevole anche di occultamento di cadavere. Il giudice Francesco Parrinello, ha accolto la richiesta del pubblico ministero. Risulta indagata per lo stesso omicidio anche la 30enne Margareta Buffa che a differenza dell’uomo si è sempre dichiarata innocente. Il processo, con rito ordinario, riprenderà il 1 giugno.

“I reati contestati non consentivano l’applicazione della pena accessoria dell’isolamento diurno che avrebbe comportato la condanna dell’ergastolo – commenta l’Avv. Giacomo Frazzitta, legale di parte civile della famiglia Indelicato – I familiari sono molto provati e in ogni caso questo è un primo passo verso la giustizia per Nicoletta, ancora dovremo attendere la Corte di Assise che si pronuncerà al termine del giudizio contro la Buffa”.