Essepiauto

«Ognuno è un genio. Ma se si giudica un pesce dalla sua abilità di arrampicarsi sugli alberi, lui passerà tutta la sua vita a credersi stupido» (Albert Einstein)

E’così probabilmente che si sentono i soggetti con disturbi specifici dell’apprendimento quando la scuola e la società in generale non riescono a valorizzare il potenziale di ciascuno di loro, al di là delle difficoltà.
Di potenzialità e strategie adatte a valorizzarle si è discusso nell’interessante incontro formativo che si è svolto mercoledì 10 ottobre alle ore 16:00 nell’Auditorium “Ruggero Settimo” di Castelvetrano, organizzato dal II Circolo Didattico “R. Settimo” e rivolto a docenti, famiglie, alunni, operatori del territorio.
L’evento si inserisce all’interno delle iniziative organizzate dall’AID (Associazione Italiana Dislessia) durante la terza edizione della Settimana Nazionale della dislessia.

Tema dell’incontro “Oltre le difficoltà…a scuola con il sorriso!!” a sottolineare l’importanza di attivare dei percorsi formativi che promuovano lo sviluppo dell’autostima e dell’autonomia nei soggetti con DSA, presupposto fondamentale per star bene a scuola e non solo.
In apertura dei lavori sono intervenuti il dottor Vito Saccà responsabile AID della sezione di Trapani ed il dottor Giovanni Bavetta, Commissario straordinario ASP di Trapani i quali hanno sottolineato l’importanza di questi momenti informativi e di confronto.
La corretta informazione sgombera il campo d’azione dai pregiudizi e dagli errori di valutazione e pone le basi per la costruzione di solide ed efficaci alleanze educative tra scuola e territorio.
L’incontro ha avuto l’apporto di relatori, esperti del settore che hanno affrontato la tematica da vari punti di vista.
Sono intervenuti il dottore Giuseppe Rizzuto, medico esperto DSA e Formatore tecnico AID, la dottoressa Vita Ingrassia, logopedista, referente DSA e responsabile dello Sportello di consulenza DSA, la dottoressa Noemi Grafato tecnico dell’Apprendimento SOS Dislessia.
Tanti sono stati gli spunti di riflessione sull’argomento; si è discusso di competenze cognitive, di stili e modelli di apprendimento, di individuazione precoce dei disturbi, di efficaci metodi di studio, di sostegno all’autonomia ed all’autostima. Particolarmente coinvolgente la testimonianza di chi la dislessia la vive ogni giorno come il dottore Andrea Calascibetta che con forza ed determinazione è riuscito a superare tante difficoltà realizzando importanti traguardi quale il conseguimento della laurea in Scienze Biologiche.
Il numeroso pubblico, proveniente anche dai paesi limitrofi, ha ascoltato con vivo interesse ed attenzione il racconto del percorso universitario del dottore Saccà, un racconto che parla di fatica , di strumenti compensativi e strategie di studio ai quali per legge lo studente con DSA ha diritto per tutta la durata della carriera scolastica, ma soprattutto, un racconto che parla di determinazione ed impegno nel realizzare le sue legittime aspirazioni contro il pregiudizio di chi lo invitava a frequentare un istituto professionale e a cercare un lavoro dopo il diploma piuttosto che intraprendere studi liceali ed universitari.
A presiedere e moderare gli interventi il Dirigente Scolastico del II Circolo “Ruggero Settimo”, dottoressa Maria Luisa Simanella, la quale nel ringraziare tutti i presenti ha voluto sottolineare come quest’incontro si inserisca all’interno di un percorso progettuale sulle tematiche di dislessia e inclusione che vede già da diversi anni questa istituzione scolastica impegnata su più fronti e in un lavoro di rete sul territorio con ASP, associazioni e centri riabilitativi ; percorso che ha reso possibile per l’Istituto ottenere il riconoscimento, da parte dell’Associazione Italiana Dislessia, di “Scuola Amica della Dislessia”.
La scuola già da tre anni effettua attività di screening sia nella scuola dell’infanzia per l’individuazione dei disturbi del linguaggio(DSL), che nella scuola primaria per l’identificazione precoce dei disturbi dell’apprendimento( DSA) .
Dal 2017 è attivo lo SPORTELLO DSA , che si propone come centro di ascolto e consulenza per studenti, genitori, insegnanti.
Da quest’anno scolastico la scuola è partner del Progetto “Officina degli Apprendimenti “ in collaborazione con l’associazione SOS Dislessia nella persona della dottoressa Noemi Grafato.
“Officina degli apprendimenti” è un doposcuola molto particolare: uno spazio in cui il bambino esperisce attivamente e interiorizza un approccio allo studio positivo, efficace, spesso anche divertente, ma soprattutto volto all’autonomia (Non fare i compiti,ma imparare a fare i compiti).
Sono previsti anche momenti di formazione e coinvolgimento degli insegnanti e delle famiglie.
I laboratori pomeridiani saranno gestiti da tecnici dell’apprendimento, con una formazione specifica su DSA che utilizzeranno specifiche strategie educative volte alla valorizzazione delle potenzialità.
L’auspicio per tutta la comunità scolastica è quello di riuscire a vedere negli occhi di questi ragazzi la gioia di apprendere: il loro sorriso…oltre l’ostacolo!

Carmela Valenti Addetto Stampa II Circolo “Ruggero Settimo”
Contributo Fotografico Ins. Ninni Giardina