ASCOLTA L'ARTICOLO

Premiati nella meravigliosa cornice del Teatro Antico di Taormina i giovani siciliani che hanno dimostrato singolari capacità di innovare il sistema produttivo aziendale in modo sostenibile, legati al territorio. Sono gli under 40 vincitori dell’Oscar Green, il concorso di Coldiretti Giovani Impresa.

Tra i premiati anche un giovane imprenditore di Castelvetrano, Piero Centonze che ha ritirato l’Oscar insieme al fratello Antonio con il quale, porta avanti il progetto “Magnus Siculus” che vede coinvolti anche altri due fratelli, Giovanni e Guido Di Stefano. L’idea è quella di proporre il prodotto di punta del territorio castelvetranese in un packaging pensato al settore “exclusive”. Non solo buono e sano quindi ma anche bello e di lusso. A consegnare il premio ai due giovani il sottosegretario di Stato al Ministero delle infrastrutture e della mobilità, Giancarlo Cancelleri.

Progetto commerciale che risponde ad una precisa domanda. Può un olio diventare un regalo di prestigio? Sì, se alla qualità vene associato un packaging particolare che arriva in tutto il mondo grazie appunto all’intuizione di Piero Centonze che insieme ad altri amici, sfruttando la coltivazione storica delle olive Nocellara del Belice, lasciate in eredità dai nonni, ha creato una start-up innovativa. L’imprenditore infatti attraverso una rete di giovani coltivatori ha come mission il commercio di olio extra vergine d’oliva con un packaging ricercato e ideato per un target medio alto, e come vision l’esportazione nel mondo dei prodotti enogastronomici siciliani.

AUTORE.