La castelvetranese Loreta Gulotta farà parte della nazionale italiana di scherma che parteciperà alle prossime olimpiadi di Rio de Janeiro. Sarà la prima donna della provincia di Trapani a partecipare alla kermesse sportiva più importante del pianeta.

loreta gulotta scherma olimpiadi 2Loreta, in organico alla squadra azzurra di sciabola lunedì è partita alla volta di Mosca dove disputerà le fasi finali del campionato del mondo. Successivamente comincerà la preparazione specifica per le olimpiadi brasiliane che inizieranno il prossimo 5 agosto.

Ho iniziato a fare scherma all’ età di 7 anni, con un maestro che attualmente è commissario tecnico della nazionale australiana. Cosi-ricorda Loreta Gulotta- mi sono da subito appassionata e con tanto impegno e sacrificio, sono arrivati i primi risultati in ambito provinciale, regionale, nazionale ed internazionale: adesso le olimpiadi

A 13 anni per Loreta la prima presenza in Nazionale e a 18 anni appena compiuti, arriva la proposta del gruppo sportivo delle fiamme gialle di entrare a far parte della loro squadra; “Proposta che ho preso subito in considerazione, accettando l’incarico e di cui vado sempre fiera”.

Loreta fa parte della nazione italiana di scherma da circa 12 anni. Ha cominciato ad indossare i colori azzurri al primo mondiale cadetti svoltosi a Trapani nel 2003 in cui si è classificata all’11 esimo posto.

Quante ore ti alleni al giorno?

“Attualmente mi alleno a Roma, con tante compagne di nazionale. In media lavoro 5-6 ore al giorno, solitamente divise in due sedute giornaliere: spesso la mattina inizio con la preparazione atletica per continuare nel pomeriggio con un lavoro specifico per la scherma” .

Loreta, nonostante i successi è sempre molto legata alla sua famiglia e torna sempre molto volentieri a Castelvetrano: “Sono legatissima alla mia terra, alla mia famiglia e ai miei amici e quando posso prendo l’aereo per raggiungerli”

I miei genitori – aggiunge la campionessa-sono stati i miei primi tifosi e continuano a sostenermi con lo stesso entusiasmo di quando ho iniziato: Adesso, dopo alcuni accordi intrapresi con i Comuni di Castelvetrano, Partanna e Campobello di Mazara e con l’azienda Curaba di Castelvetrano, sarò anche testimonial delle olive Nocellara del Belice, dell’area archeologica di Selinunte e Cave di Cusa e delle bellezze culturali e paesaggistiche che si trovano tra Partanna, Castelvetrano e Campobello di Mazara.

Tutto ciò mi fa molto felice perché mi darà la possibilità di parlare delle eccellenze della mia terra in tutto il mondo.

Loreta Gulotta ha un lungo curriculum sportivo segnato da tanti successi. Ha partecipato più volte ai campionati nazionali, ed internazionali di scherma facendo sempre ottimi piazzamenti e vincendo diverse medaglie. Tra i campionati giovanili e di prima squadra vanta oltre 20 partecipazioni a campionati internazionali.

Un lungo cammino sportivo iniziato nel lontano 2002 nella società sportiva diretta dal maestro Frosina che coraggiosamente fece crescere diverse ragazze nella scherma che usava come pedana i locali dello stabilimento Saica prima azienda nel dopo guerra che mise in confezione l’olio extravergine e le olive della Nocellara del Belice.

Dopo tanti anni di duro lavoro in pedana, Loreta parte per il lungo viaggio che la porterà a difendere i colori azzurri alle olimpiadi di Rio.

Avevo sempre sognato fin da bambina, di poter partecipare alla più antica competizione dell’umanità. Oggi quel sogno è diventato realtà faro del mio meglio per portare un ottimo risultato a casa”. in città cresce l’attesa per le gare che Loreta disputerà a Rio.

Il sindaco Felice Errante si sta facendo promotore di alcune iniziative che dipendono anche dal risultato che la giovane sciabolatrice otterrà. L’ultimo ricordo di medaglia olimpica risale al 1968 quando Peppe Gentile ,nel salto triplo vinse il bronzo alle olimpiadi di Città del Messico.

Filippo Siragusa
per GdS