Il Consiglio dei ministri ha approvato il decreto che introduce multe “salate” fino a 3.000 euro e sanzioni più dure per chi aggira le misure per arginare la diffusione del Covid-19. Non sarebbe prevista al momento la confisca di auto, moto e veicoli. Lo ha annunciato il premier Giuseppe Conte durante la diretta a margine dell’ultima riunione del Consiglio dei ministri.

Multe fino a 3.000 euro per chi non rispetta i divieti di circolazione e le regole di contenimento, stop fino a 30 giorni per le attività commerciali e possibilità per i presidenti di regione di emettere ordinanze più restrittive nei territori a maggiore circolazione del virus, purché convalidate entro sette giorni con decreto del presidente del consiglio dei ministri. Il quale resta l’unica autorità in grado di disporre in via urgente e temporanea misure che comprimono le libertà costituzionali. “Nessuna proroga emergenza al 31 luglio – ha precisato Conte – è solo spazio teorico, ma ho fiducia finisca prima”