Un cammino per scoprire la storia, per riconnettersi a sé stessi, ma anche per valorizzare il territorio con le pratiche green. L’Antica trasversale sicula, in questa seconda edizione, va oltre la cultura del camminare e si arricchisce di nuovi spunti “sostenibili” facendosi promotore della riconversione ecologica.

Proprio a Marsala,intanto, grazie al Direttore del Parco Arch. Enrico Caruso e alla Direttrice Dr.ssa Anna Maria Parrinello, la giornata è cominciata con la messa a dimora di 10 palme nane nel giardino del Parco Archeologico del Lilibeo, che ospita una prestigiosa nave punica e una romana. Sotto la supervisione dell’ing. Pirrera della Società italiana di Ecologia del Paesaggio, l’Antica Trasversale Sicula in collaborazione con Biocity, sperimenta il dispositivo Cocoon, del Life “the Green Link” per facilitare l’attecchimento delle piante in terreni aridi. Perché la palma nana? Perché è rappresentata nel conio delle monete di Camarina.

È quindi la pianta simbolo della Trasversale Sicula. È la pianta “Trasversale” del rapporto est ovest, punico greco, nel segno dell’amicizia. Come nella tessera hospitals, reperto unico nel Museo, e prezioso in avorio, che univa con una stretta di mano il mondo fenicio e il mondo greco. Tutte le piante che saranno piantate in altri 6 parchi archeologici della Sicilia, provengono dal Vivaio Forestale di Randello. I luoghi scelti sono i Parchi Archeologici di Mozia, Villaggio Bizantino, Pergusa, Morgantina, Palikè e Kamarina. Per “benedire” l’inizio di questa nuova avventura le prime due piante sono state irrigate con l’acqua di Camarina!

Questo e altri progetti sono stati presentati e approfonditi, ieri pomeriggio 3 ottobre, a Palazzo Fici nel centro storico di Marsala. Ad accogliere i trasversali ancora una volta il sindaco di Marsala Alberto di Girolamo che ha ribadito come i cammini slow non soltanto consentono di scoprire “nuovi” e antichi luoghi nascosti dalle rotte delle quattro ruote ma offre anche una visione dettagliata di tutte le risorse fruibili a livello turistico. Presente anche il presidente del Gal Valle del Belice ( e sindaco di Salemi) Domenico Venuti che continua a scommettere su questo progetto territoriale che può essere fonte di valorizzazione per uno sviluppo turistico dell’isola.

La Trasversale da oggi è anche in cammino per l’Ambiente con l’impegno di inquinare il meno possibile e divulgare il concetto di PlasticFree in tutti i comuni attraversati. In adozione anche il mezzo di supporto alla spedizione il nuovissimo E-NV200, 100 per cento Elettrico. Silenzioso e puntuale trasporterà zaini ed attrezzature dei camminatori e racconterà di come basta poco per contribuire a preservare il Pianeta.

Quest’anno inoltre l’ATS adotterà un albero per ogni comune attraversato: albero storico, simbolico o a cui la comunità è particolarmente legata e che diventerà “albero trasversale” albero sotto cui durante l’anno, potranno svolgersi iniziative di associazioni ed amministrazioni, puntualmente divulgate (anche in diretta) sui canali social della Trasversale Sicula.

Durante la conferenza si è parlato anche delle vie trasversali, ai progetti futuri di crowfounding per migliorare i sentieri e altri aspetti della trasversale. Grazie ad una troupe intanto numerose tratte della trasversale saranno inserite in un documentario che permetterà una più veloce divulgazione e promozione dei luoghi in tutto il globo.

Sono intervenuti Maurizio Bombace del Labgis, Gianluigi Pirrera dell’Aipin, Francesca Mercadante geoarcheologa, Roberto Patanè e Maria Scavuzzo rispettivamente referente regionale e provinciale Pro Loco, Peppe Mazzotta del Wwf (area mediterraneo), Baldo Gucciardi del Distretto turistico provinciale, Sabrina Leone progettista, e Francesco e Launa Buccheri di Terra iblea produzioni videomaker.

Tutte le tracce dell’Antica Trasversale Sicula possono essere visualizzare e scaricare dalla bellissima app di #Assocamping Sicilia dedicata ai viaggiatori del turismo extra-alberghiero. Oltre a descrivere i luoghi e le strutture ricettive aderenti a #Confesercenti, l’applicazione (scaricabile su Google Play) fornisce informazioni dettagliate su percorsi in bici e molto altro. Indispensabile il LabGIS dell’Osservatorio turistico regionale che dà la possibilità di seguire in tempo reale gli spostamenti dei camminatori, e vedere le tappe del percorso, i link ai file gps, le note di percorrenza, i punti di pernottamento e i siti di interesse storico-archeologico e naturalistico.

Pronti ad incontrare la Trasversale? Per chiunque voglia scoprire il patrimonio naturale ed etnoantropologico di questa grande Isola può inviare una mail a trasversalesicula@gmail.com per partecipare e/o ottenere le informazioni necessarie o collegarsi alla pagina facebook. Le escursioni sono tutte di LIVELLO MEDIO- FACILE e potrai prenderne parte anche per poche tratte o per una sola giornata.

Oggi 4 ottobre, dall’Isola di Mozia inizia ufficialmente il cammino!