Un milione e duecentomila alberi, ovverosia un albero per ogni socio Rotary nel mondo.

Si tratta del progetto “RotaryTree Planting” presentato da Ian Riseley, Presidente del Rotary International, pochi mesi fa in occasione dell’Assemblea Internazionale di San Diego.

Anche John de Giorgio, Governatore del Distretto Rotary 2110 Sicilia e Malta, ha accettato la sfida contribuendo al progetto con la piantumazione di 3.750 alberi, pari ai soci che il nostro Distretto conta.
Se si considera che a questi verranno aggiunti altri 1.400 alberi, numero questo relativo ai giovani dell’Interact e del Rotaract presenti nel Distretto, si riuscirà ad ottenere la forestazione di quasi 150.000 mq di terreno in tutto il territorio sicialiano e maltese.

Significativo al riguardo il discorso con il quale il Presidente Internazionale Ian Riseley è riuscito a spingere tutti i Rotary Club del mondo a contribuire all’iniziativa. Il degrado ambientale e gli effetti del cambiamento climatico globale – ha sostenuto Riseley – sono così tanto gravi e minacciosi che stanno avendo un impatto eccessivamente sproporzionato su coloro che sono più vulnerabili, ossia le persone verso cui il Rotary ha da sempre una maggiore responsabilità.

Proprio per tale motivo, il Rotary Club di Castelvetrano Valle del Belice ha iniziato la piantumazione di sessantadue piante, pari cioè al numero dei suoi soci.

La piantumazione è proprio in corso, oggi 20 gennaio 2018, a Castelvetrano ed a Campobello di Mazara.

Sono questi i comuni che hanno immediatamente risposto all’invito del Presidente, Maria Rosa Barone, e di tutto il Rotary Club di Castelvetrano Valle del Belice.
A loro va un sentito ringraziamento per l’attenzione e la sensibilità mostrata nei confronti del tema dell’ambiente e della proposta del Rotary Club che ancora una volta ha saputo interpretare il motto dell’anno “Rotary making a difference”.