«Tutto ciò che abbiamo fatto nella notifica degli avvisi di accertamento per i tributi locali – Imu, Tari, Tasi del 2014 – è stato compiuto nel rispetto delle disposizioni impartite dal Ministero per lo sviluppo economico».

Lo afferma il sindaco Enzo Alfano, alla luce di alcune notizie diffusa tramite alcuni organi d’informazione e tramite i social. Sul caso, qualche giorno fa, è intervenuto anche qualche legale, ribadendo l’illegittimità degli atti notificati da Poste private. «Quanto stabilito dal Ministero – spiega il sindaco – consente per gli atti tributari non giudiziari la notificazione a mezzo di operatori privati, diversi da Poste Italiane, in possesso di licenza individuale».