wpid-castelvetrano-carabinieri-2013.jpg

Durante i servizi di controllo del territorio svolti nei giorni scorsi, i carabinieri della Compagnia di Castelvetrano hanno arrestato due persone e denunciato altre due. A Castelvetrano, i militari del Nucleo Operativo e Radiomobile hanno arrestato Giuseppe D’Angelo, 24 anni.

Il giovane, che nella tarda serata dello scorso tredici ottobre era stato arrestato in flagranza del reato di tentato furto aggravato in concorso con il fratello Massimiliano e al seguito del quale era stato sottoposto agli arresti domiciliari, è stato sorpreso dai militari dell’Arma mentre passeggiava in piena mattinata nel sistema delle piazze, a Castelvetrano, in compagnia del fratello, violando le prescrizioni impostegli dall’Autorità Giudiziaria. Sottoposto a perquisizione personale, D’Angelo è stato anche trovato in possesso di un coltello a serramanico. Nei suoi confronti è scattato l’arresto per evasione e una denuncia per porto illegale di armi e strumenti atti ad offendere.

I militari della Stazione carabinieri di Castelvetrano hanno arrestato Martino Antonino, castelvetranese di 34 anni, in esecuzione a un ordine di carcerazione emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Marsala. L’uomo deve scontare la pena residua di due anni e tre mesi perché responsabile di furto e ricettazione.

A Salaparuta i militari dell’Arma hanno denunciato due giovani rumeni per furto aggravato in concorso. I due sono stati trovati in possesso di vari attrezzi agricoli e di una tanica di gasolio asportati da un magazzino rurale sito in contrada “Pergole”.