Da un anno la pandemia Covid ha stravolto le nostre vite. E accade che una nonnina di Castelvetrano debba passare il giorno dei suoi 100 anni di vita senza il caldo abbraccio di figli e nipoti. Nel primo giorno del nuovo anno, la signora Antonina Murania ha festeggiato il suo compleanno presso la residenza geriatrica “Villa dei Gelsomini” a Gibellina.

Sarebbe stato traumatico fare uscire la signora per passare il giorno in famiglia. I problemi di deambulazione e le restrizioni anti covid avrebbero causato un enorme stress per la nonnina. Ma l’affetto dei figli e dei numerosi nipoti non è mancato. Due figli sono riusciti a recapitare presso la struttura una grande torta, un mazzo di rose ed una lettera che è stata letta alla signora dalla responsabile della struttura. Il commovente momento della lettura è stato trasmesso in streaming alla famiglia che anche virtualmente è riuscita a far sentire la propria vicinanza.

Antonina Murania  è una donna valorosa e forte che tra gli anni ’40 e ’50 portava avanti una piccola bottega in piazza Generale Cascino. Una di quelle piccole attività del dopoguerra dove si poteva trovare olio, mortadella, formaggi ed altri beni di prima necessità. Grazie al particolare interesse di un nipote, per l’occasione è giunto anche il messaggio di augurio da parte del sindaco Enzo Alfano e di tutta l’amministrazione comunale per l’importante traguardo raggiunto.