bilancio-castelvetrano1Lunedì prossimo è convocato il Consiglio comunale di Castelvetrano per la discussione e votazione del bilancio di previsione per l’anno 2015.

Certamente non fa onore a questa amministrazione proporre la delibera sul bilancio a fine anno, quando già moltissime somme sono state spese o impegnate senza la programmazione annuale, che avviene, appunto, con il bilancio di previsione, e senza il confronto con il Consiglio comunale, organo di indirizzo politico-amministrativo e rappresentativo della Città.

E ciononostante, al fine di adottare misure che abbiamo ritenuto più urgenti rispetto ad altre, altrettanto importanti, abbiamo presentato, nel pieno e legittimo sforzo di svolgere al meglio il ruolo che i cittadini ci hanno affidato, le nostre proposte su come spendere, in questo ultimo scorcio dell’anno, le poche risorse ancora disponibili:

garantire un congruo accantonamento per il pagamento delle spese derivanti da contenzioso giudiziario, che danno luogo a debiti fuori bilancio, quantomeno per le liti che, in base ad una valutazione oggettiva dell’ufficio legale preposto, hanno un’alta probabilità di concludersi con una richiesta di risarcimento del danno a carico del Comune, adeguandosi anche in parte ai rilievi mossi dalla Corte dei Conti sul punto.

garantire l’erogazione ai nuclei familiari particolarmente disagiati, ove addirittura indigenti, il contributo economico per rimborso T.I.A. 2009 di cui alle n. 207 istanze presentate a seguito del bando del Comune con scadenza 31/12/2011, ancora non erogate.

– garantire, con la chiusura dell’attività di raccolta e molitura delle olive, una opportuna e necessaria disinfezione del territorio comunale, interessato dalla presenza di zanzare e altri piccoli insetti, inevitabilmente ricomparsi anche a causa del persistere di un clima mite.

garantire un aiuto economico alle società sportive castelvetranesi che, negli anni passati, non hanno ricevuto alcun contributo, alcune delle quali danno lustro alla nostra Città per i risultati ottenuti, sostenendo così indirettamente anche le attività sportive, soprattutto dei giovani.

garantire l’erogazione dei ticket-buoni pasto ai dipendenti comunali tenuti al rientro pomeridiano.

Queste le principali proposte, presentate unitariamente dalle forze di opposizione presenti in Consiglio, cui se ne aggiungono altre dei singoli gruppi consiliari e che vanno: dalla manutenzione di strade comunali come la strada di collegamento via Partanna-via Seggio e la parte alta di via Tagliata; alla pubblica istruzione e all’assistenza scolastica investendo maggiori risorse per la manutenzione ordinaria delle scuole e aumentando i trasferimenti a Presidi e Direttori didattici per le spese di funzionamento dell’attività scolastica; al settore sociale con sgravi sui ticket mensa per le famiglie più in difficoltà e contributi per le famiglie affidatarie di minori e ai fanciulli abbandonati; allo stanziamento per una più organica lotta e prevenzione al randagismo con la possibilità di utilizzo, a sostegno dell’attività del canile, della figura dell’operatore tecnico veterinario; fino allo stanziamento di somme per implementare il trattamento economico integrativo ed il salario accessorio del personale PUC e LSU.

Tante idee e progetti, insomma, che abbiamo proposto alla Amministrazione e offerto ai consiglieri di maggioranza per la discussione al prossimo Consiglio. Vedremo cosa accadrà.

I consiglieri comunali

Monica Di Bella e Pasquale Calamia (PD), Giuseppe Curiale (gruppo misto), Luciano Perricone e Gaetano Accardo (CDU), Maurizio Piazza e Francesco Bonsignore (Città Nuova), Ninni Vaccara (NoixCastelvetrano).