Per la prima volta, i produttori olivicoli hanno eletto una donna alla guida del consorzio di tutela. Si tratta di Rosaria Di Benedetto, manager dell’ azienda agricola “Carbona Società Agricola S.r.l.”, originaria di Santa Ninfa. Oltre al presidente è stato nominato, il nuovo consiglio d’amministrazione del consorzio di Tutela della Nocellara del Belice.

L’assemblea dei produttori aderenti, ha rinnovato il C.d.A. e il presidente del Consorzio di Tutela e Valorizzazione della DOP Nocellara del Belice Olive da Tavola con sede a Castelvetrano. Tale Organismo, riconosciuto dal Ministero per le Politiche Agricole Alimentari e Forestali assume tutte le funzioni definite per legge, relative alla tutela e alla valorizzazione delle olive da tavola Nocellara del Belice.

rosaria di benedetto

Del nuovo consiglio fanno parte: Vito Indelicato, “Agricola Siciliana Società Cooperativa”; Pietro Pisciotta , titolare della medesima ditta, Giuseppe Caltagirone, legale rappresentante della “Curaba S.r.l., ”Angelo Mancini, legale rappresentante “Agrofood S.r.l., Margherita Asaro, legale rappresentante “Oleifici Asaro dal 1916 S.r.l.”, Tommaso Asaro , legale rappresentante “Aziende Agricole Riunite Asaro S.r.l.”, Anna Maria Lombardo , legale rappresentante “Geolive Belice “, Paolo Barruzza , (vice Presidente) legale rappresentante della omonima impresa .

Nel territorio del Belice, il comparto delle olive da tavola ha assunto, negli ultimi anni, sempre più la connotazione di un comparto a carattere industriale, con nuovi stabilimenti adeguati e attrezzati per confrontarsi con il mercato globale. Infatti, negli ultimi anni è di molto aumentata la produzione di olive da mensa confezionata, in vetro e in cestello per la vendita nei supermercati e nel segmento della ristorazione e fast food. Secondo i dati del consorzio, nel 2014 si è registrato una sensibile crescita delle esportazioni delle olive nel mercato globale, grazie anche alle innovazioni tecnologiche. Cresce sempre più la consapevolezza degli imprenditori locali su quanto sia vitale per il comparto, puntare sulla qualità e sulla commercializzazione nel mondo di una delle eccellenze alimentari del Made in Italy. La giovane imprenditrice agricola e neo presidente, Rosaria Di Benedetto ha dichiarato che ,” è allo studio un programma di attività che mirano alla tutela del Marchio DOP e alla valorizzazione e promozione delle olive Nocellara del Belice nel mondo, seguendo le tendenze dei mercati e dei consumatori”. Un passo importante dunque per il prodotto principe dell’agricoltura belicina che, comunque, rimane ancora molto legata alle olive semi lavorate e al commercio con i grossisiti napoletani.

Filippo Siragusa
per GdS