ASCOLTA L'ARTICOLO

I biglietti acquistati per il Parco archeologico di Selinunte, il malore di un componente il gruppo prima di entrare e il mancato rimborso dei ticket. È la brutta avventura che il signor Dario Bernardi ha vissuto lo scorso venerdì al Parco di Selinunte e che ha segnalato al nostro giornale tramite email. «Quel giorno abbiamo acquistato 5 biglietti per l’Acropoli con navetta. Purtroppo, un paio di minuti dopo aver ultimato l’acquisto, prima di entrare nell’area archeologica, un membro del nostro gruppo ha avuto un piccolo malore e abbiamo deciso di desistere dalla visita dato il caldo. Siamo tornati alla biglietteria per chiedere il rimborso o l’eventuale validità del biglietto. Ma ci è stato rispondere che nessuna delle due soluzioni era possibile», racconta il signor Bernardi.

Così il gruppo di turisti ha dovuto rinunciare al rimborso dei 5 biglietti: «Abbiamo perso 70 euro per un malore arrivato due minuti in ritardo», dice ancora Bernardi che suggerisce l’istituzione di un sistema di rimborso per casi del genere. Il direttore del Parco Felice Crescente è stato informato dell’accaduto sempre dal signor Bernardi tramite email: «Sono dispiaciuto di quanto successo – dice a CastelvetranoSelinunte.it – ne parlerò con Coopculture che gestisce la biglietteria. Nel frattempo abbiamo già risposto al signor Bernardi a tornare a Selinunte insieme al suo gruppo: stavolta saranno ospiti del Parco».

AUTORE.