Ecco le prime informazioni utili sugli accumuli di neve totali previsti entro la fine dell’ondata artica (lunedì 18 gennaio 2016) che porterà la nostra bella isola in un clima decisamente nord-europeo.

Il momento migliore per vedere la neve in bassa collina sarà la notte a cavallo tra domenica 17 e lunedì 18 gennaio, quando non escludiamo qualche possibile fiocco coreografico lungo il messinee tirrenico, Messina compresa. Nonostante il Tyrrhenian Sea Effect saremo interessati da fenomeni spesso non continuativi, tipici dell’aria fredda, ritroveremo quindi rovesci e temporali marittimi alternati a brevi schiarite.

neve sicilia

Il trapanese sarà un settore da non sottovalutare, specie quello tirrenico, notevolmente esposto alle correnti nordiche provenienti dall’Artico. Sabato 16 gennaio 2016 ritroveremo in mattinata ancora qualche fenomeno sparso verso la provincia più orientale, variabile altrove. Dalla tarda mattinata nuovo peggioramento da ovest con rovesci sparsi con quota neve oltre i 900/1000mt.

Al pomeriggio prosegue il maltempo con rovesci e temporali sparsi, specie lungo il settore tirrenico con neve oltre i 900mt. In serata anche quì brusco peggioramento con rovesci e temporali anche grandinigeni tendenti ad interessare anche i settori interni. Neve oltre i 700/800mt, quindi prossima ad Erice. Domenica 17 gennaio 2016 sarà una giornata fredda e perturbata con rovesci (specie al pomeriggio e in serata) alternati a brevi schiarite.

Neve oltre i 700mt, in serata oltre i 500/600mt. Lunedì 18 gennaio situazione tendente al miglioramento con residui fenomeni al mattino solo sul versante tirrenico orientale.

Articolo di Simone Pecorella – © Weathersicily.it