Correva l’anno 1962 e tre ingegneri di una compagnia americana azzardavano delle previsioni nel corso di un’intervista alla CBS. Verso il 2000 “i giornali del mattino saranno diffusi direttamente in facsimile attraverso la rete telefonica. Fatta la colazione e letto il giornale telefotografico”, l’uomo d’affari potrà decidere di restare a casa.

Grazie al “videofono” si metterà in contatto con l’ufficio o convocherà una conferenza con i soci in differenti località. La moglie “potrà ricorrere al servizio telefonico per evitare le faticose maratone nei negozi” e con il videofono sceglierà e ordinerà la merce. E nel 2000, infine, “la gente si servirà del telefono anche per le operazioni di banca”.

nel 200 i telefoni faranno tutto loro 2
La precisione di queste previsioni è sorprendente. Ma forse ancora più sorprendente è che a darne notizia fu il settimanale “Trapani nuova”, diretto da Nino Montanti. L’articolo uscì nell’edizione del 26 giugno 1962, alla terza pagina. Il titolo era: “Nel 2000 i telefoni faranno tutto loro”.

Si deve a Lorenzo Gigante, webmaster del sito “Trapani Nostra” il certosino lavoro di digitalizzazione di quella pubblicazione del 1962. Da una ricerca effettuata, il giornale trapanese sarebbe stato l’unico in Italia a riportare la notizia delle previsioni dei «tre esperti americani» dei quali invece non si riesce a trovare traccia.

nel 200 i telefoni faranno tutto loro

pubblicato la prima volta il 22 ottobre 2015