Presenza di cumuli di rifiuti lunghi per centinaia di metri, in ogni angolo delle vie cittadine.

Invasi da topi, zanzare, mosche, cimici, ragni e gabbiani. Convivere tanti insetti, roditori e volatili la salute dei cittadini é ad alto rischio. I bambini, gli anziani sono più a rischio insieme a chi soffre di malattie allergiche/respiratorie.

I rifiuti, composti in gran parte da sostanze organiche in decomposizione, emanano esalazioni malsane, che  aggrediscono l´apparato respiratorio dei passanti e di chi vive in vicinanza dei cumuli di immondizie. Tutti questi composti sono molto aggressivi per l´apparato respiratorio.

Castelvetrano e borgate marinare di sua appartenenza territoriale  ( Triscina e Selinunte) sono  invase da numerose settimane dagli insetti, che si moltiplicano ovunque  ci sia  acqua e proliferando anche negli scarti organici dei rifiuti abbandonati nelle strade cittadine, luogo  ideale dove sopravvivere e deporre le uova.
Anche gli animali che vanno a rovistare fra i rifiuti organici in decomposizione e le carcasse di animali  fra i rifiuti sono a rischio di malattie e probabili vettori. Oltre ai rifiuti alimentari ad altissimo rischio,  anche mobili e materassi lasciati in strada, sono veicolo di diffusione insetti ed acari. Tutto sotto le temperature cuocenti.
Secondo le autorità competenti, siamo in emergenza igienico-sanitaria o non ancora?
Il Tribunale per i Diritti del Malato Ospedale Castelvetrano  chiede intervento immediato.

Resp. TDM Castelvetrano
Serena Navetta