Un Natale povero è trascorso per i dipendenti comunali di ruolo e per il personale precario del Comune di Castelvetrano a causa del mancato pagamento della tredicesima mensilità e dello stipendio di dicembre, fatto, a nostro ricordo, mai verificatosi prima.

tasche vuotePur nella consapevolezza della emergenza di liquidità che tutti i Comuni siciliani stanno attraversando per i crediti vantati nei confronti della Regione siciliana, non possiamo nascondere una triste verità: gli altri Comuni del Libero Consorzio comunale di Trapani hanno regolarmente accreditato gli stipendi ai dipendenti di ruolo e precari, tranne il Comune di Castelvetrano.

Il Sindaco Errante evidentemente ha fatto male i conti: inaccettabile attribuire la responsabilità del mancato pagamento degli stipendi esclusivamente alla Regione siciliana, quando riteniamo piuttosto che questo stato di cose sia il frutto della sua pessima gestione finanziaria e politica degli ultimi tempi, pur avendo ereditato, come lui stesso ammette, un Comune virtuoso.

Inaccettabile sfogliare foto di amministratori in festa quando il nostro territorio ha perso una potenziale possibilità di reimmissione di quel denaro nell’economia della nostra Città.

I gruppi consiliari e le forze politiche di opposizione sentono il dovere di esprimere piena solidarietà ai dipendenti del Comune in questo difficile ed incomprensibile momento, impegnandosi a verificare la situazione economico-finanziaria della casse comunali ed assumersi il compito di indirizzare verso una gestione più oculata del denaro pubblico.

I Consiglieri comunali
Monica Di Bella e Pasquale Calamia (PD), Giuseppe Curiale, Luciano Perricone e Gaetano Accardo (Gruppo “Liberi ed Indipendenti”), Maurizio Piazza e Francesco Bonsignore (Città Nuova), Ninni Vaccara (Gruppo “NoixCastelvetrano”).

I gruppi politici
Partito Democratico di Castelvetrano
Città Nuova