ASCOLTA L'ARTICOLO

In questo periodo dell’anno chiunque desidera esprimere a pieno, attraverso un dono, il senso della festività natalizia potrà farlo concretamente. È quello che sta facendo l’associazione Fildis di Castelvetrano con il suo Natale solidale e con tante iniziative a favore dell’inclusione, dell’integrazione e del benessere della comunità.

La pandemia non è riuscita a frenare i buoni sentimenti di questa associazione che continua il suo progetto di solidarietà con il cuore, il sorriso, la vicinanza anche ad alcuni centri di accoglienza e a tutte le parrocchie del territorio castelvetranese, comprese quelle delle borgate marinare.

Il tutto corredato dal sostegno, dall’empatia, dall’umanità e dalla generosità delle persone coinvolte. In questa seconda fase del Natale solidale, oltre le infaticabili socie, è stata coinvolta anche la dott.ssa Anna Zinerco, esperta in politiche sociali e benessere di comunità.

L’ amica psicologa ha collaborato al training relazionale delle socie Fildis contribuendo ad intensificare sentimenti di benessere all’interno del gruppo e ad accrescere le emozioni che sono scaturite dallo scambio generazionale di esperienze culturali.

Esperienza umana e culturale vissuta in perfetta sintonia con lo spirito natalizio, senza perdere di vista la finalità del progetto del Natale Fildis, un mix tra passato, presente e futuro.

La presidente e le socie Fildis, vicine alla comunità territoriale, sono state ben liete di realizzare dolcissimi doni, davvero speciali, non tanto perché di valore materiale ma per il loro significato sociale.

L’obiettivo è stato quello di fare contente con un piccolo gesto quante più persone possibili, rendere il Natale speciale pure per alcuni adolescenti di un centro socio-pedagogico di Castelvetrano e anche per tanti bambini e adulti. Un dono natalizio può fare la differenza e un regalo solidale a Natale è sempre un dono di speranza per il futuro di tutti.

Prof.ssa Francesca Mandina

AUTORE.