Il nome evoca bellezza e il mercato del pesce che si svolge ogni mattina a Marinella di Selinunte: è nata oggi “Terra d’InCanto”, l’associazione che mette insieme 18 proprietari e gestori di attività extra alberghiere a Marinella di Selinunte (b&b, agriturismo, case vacanze e affittacamere). La firma sull’atto costitutivo è avvenuta qualche ora fa e Presidente è stato indicato Vincenzo Caldarera, vice Giuseppe Galfano, segretario Vito Vultaggio e i consiglieri Enzo Bonanno e Maria Etiopia.

«L’associazione è nata, fondamentalmente, per la promozione del territorio – spiega Caldarera – è nostra intenzione, per il prossimo anno, organizzare eventi che possano richiamare nella nostra borgata più turisti». Quello di quest’anno per le strutture extra alberghiere è un anno da dimenticare. «A gennaio, ad esempio, nella mia struttura avevo già tutto il mese di agosto prenotato, poi, col lockdown, tutto annullato», spiega Caldarera. Stagione nera che segue quella dello scorso anno, già decimata.

L’associazione punta sulla forza comune, un’idea consortile che diventare anche unico interlocutore con le istituzioni. Il primo ok lo hanno già incassato con l’affiliazione a Federalberghieri. L’obiettivo è anche quello di tenere vigile l’attenzione sulle strutture abusive, cioè quelle che affittano in maniera irregolare. Quelle che fanno – in maniera scorretta – una concorrenza spietata alle strutture ufficiali.