ASCOLTA L'ARTICOLO

Un noto ristoratore di Marsala di 60 anni vicino alle posizioni no-vax, è morto oggi all’ospedale “Paolo Borsellino” di Marsala, dove da giorni era ricoverato in terapia intensiva in gravissime condizioni per Covid-19. Titolare, da diversi anni, di un ristorante con annesso stabilimento balneare (zona lido Signorino, nel versante sud di Marsala), era il più grande di cinque fratelli.

L’uomo aveva rifiutato di vaccinarsi. Lascia la moglie e una figlia. Uno dei suoi fratelli, anche lui operante nel settore della ristorazione, è stato raggiunto dalla notizia mentre preparava il pranzo di Natale per i poveri alla mensa sociale di Marsala. “Fino all’ultimo – ha dichiarato – ho pregato per lui, ma non è servito”. Le condizioni dell’uomo, che aveva contratto il virus circa un mese fa, sono apparse subito gravi in ospedale, dove i medici hanno dovuto anche convincerlo per sottoporlo al casco ventilatore, prima di decidere il ricovero in terapia intensiva. Ad aggravare la sua condizione anche il fatto che soffrisse di obesità e di ipertensione. (ANSA).

AUTORE.