ASCOLTA L'ARTICOLO

Una denuncia ai carabinieri è stata presentata da Francesco Calamia, 38 anni, di Castelvetrano per la morte dello zio Maurizio Calamia, deceduto in una struttura per anziani di Salemi. A informare Francesco Calamia del decesso dello zio è stato il suo legale Paolo Mattozzi. Per 4 anni il giovane di Castelvetrano si è occupato di curare lo zio perché ha vissuto con lui a casa. Sofferente di diabete mellito 2, coleserolo e pressione alta, Maurizio Calamia, in occasione dell’assenza del nipote sul finire del 2019, è scappato da casa, poi rintracciato dai carabinieri di Campobello. Dapprima il ricovero all’ospedale di Castelvetrano, poi a quello di Salemi e, infine, presso una struttura per anziani. Nel frattempo Francesco Calamia è stato denunciato dallo zio per “circonvenzione di incapace” e, quindi, non l’ha più potuto incontrare. Ora la morte del signore e la denuncia presentata nei confronti della struttura sanitaria e dell’amministratore di sostegno.

AUTORE.