Don Baldassare Meli, parroco di Santa Lucia a Castelvetrano, è morto alle prime luci dell’alba di stamattina, nella sua parrocchia. Da qualche settimana il prete si era trasferito nella casa che gli amici Ninetta Sammarco e Gesualdo Di Fazio avevano preso in affitto a Triscina di Selinunte. Don Meli da mesi viveva già a casa di Ninetta e Aldo a Palermo, per le cure mediche a cui si era sottoposto. Il tumore, che gli avevano diagnosticato poco più di sei mesi fa, però, non gli ha dato scampo. Stamattina la morte in canonica.

In queste settimane la casa di Triscina era diventata luogo di pellegrinaggio e preghiera. Così come nel 1888 i giovani si strinsero attorno a don Bosco malato, anche i ragazzi della parrocchia “Santa Lucia” hanno voluto essere a fianco del loro pastore, don Baldassare Meli, gravemente malato. È stata dei giovani l’iniziativa di una Veglia di preghiera per lui, guidata don Giuseppe Inglese. I ragazzi hanno pregato e cantato e lui dal letto della stanza a fianco ha ascoltato.

Nato ad Aragona, in provincia di Agrigento, don Baldassare Meli venne ordinato presbitero il 4 aprile del 1971, nella chiesa madre della sua città natìa. Salesiano per lungo tempo, fu anche parroco a Santa Chiara di Palermo per 17 anni, dove il suo impegno per i ragazzi e i bambini del quartiere non venne mai meno. E’ nota alle cronache l’operazione antipedofilia che fu effettuata in quel quartiere, a seguito dei suoi incontri e dialoghi con i bambini che frequentavano l’oratorio.

In Diocesi a Mazara del Vallo don Meli arrivò nell’ottobre del 2004 e l’allora Vescovo monsignor Calogero La Piana lo assegnò dapprima come amministratore parrocchiale nella chiesa di Santa Lucia a Castelvetrano. Da alcuni anni il Vescovo monsignor Domenico Mogavero lo aveva anche nominato componente del Consiglio d’Amministrazione della “Fondazione San Vito Onlus”.

La camera ardente è stata allestita presso la parrocchia Santa Lucia di Castelvetrano e rimarrà aperta oggi dalle ore 11:00 alle 22:00 e domani (domenica 28 giugno) dalle ore 10:00 fino alle 22:00. Sarà consentito l’accesso soltanto a coloro muniti di mascherina chirurgica. I funerali saranno celebrati lunedì.