Una vita da imprenditore illuminato. Fondatore dell’Ausonia di Marsala, una delle più importanti industrie siciliane, conosciuta nel mondo, con commesse di lavoro finanche dagli Usa e dalla Russia. Se ne è andato in silenzio stanotte Aurelio Ombra, 87 anni, cavaliere del lavoro e papà di Salvatore (attuale Presidente dell’Airgest Spa) e di Massimo. L’imprenditore marsalese è morto, attorniato dagli affetti più cari, quello dei figli, delle nuore, dei nipoti e della moglie Livia Nuzzo.

La sua carriera è stata costellata da successi. Fu nel 1961 che si dedicò all’azienda di famiglia che produceva macchine per l’industria enologica. Poi è nata l’idea di realizzare macchinari per la produzione di energia elettrica. Da qui la fondazione dell’Ausonia con a fianco i figli Salvatore e Massimo. Una scommessa riuscita per un settore nuovo e, soprattutto, con un’industria in Sicilia e le difficoltà dei trasporti.

Aurelio Ombra era un uomo con una visione imprenditoriale. Ecco perché nel 2007 volle realizzare anche “Ausonia Solar”, una centrale fotovoltaica sui tetti dell’attuale azienda. Milleseicento pannelli al silicio, distribuiti sulla copertura di sette mila metri quadri del capannone. Nel 2007, secondo i dati della “Gse” (Gestore Servizi Elettrici) era l’impianto più grande presente in Sicilia riferito alla fascia di potenza sviluppata superiore ai 50kW. I funerali saranno celebrati domani (venerdì) alle ore 16 in chiesa madre.