ASCOLTA L'ARTICOLO

Il giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Sciacca Antonio Cucinella ha rinviato a giudizio S.A. (infermiera professionale) e T.M. (OSS), per il reato di omicidio colposo, a seguito del decesso della signora Rosa Manzo di Campobello di Mazara. La vittima nell’aprile del 2018 era ricoverata presso la Fondazione Maugeri di Sciacca in stato comatoso e a seguito di una caduta ha perso la vita. Secondo la tesi dell’accusa la presunta vittima sarebbe stata spostata dai sanitari dal letto in cui si trovava priva di coscienza al fine di essere sottoposta, verosimilmente, alle pulizie personali e lì sarebbe caduta violentemente battendo la testa e perdendo la vita a causa dell’esteso trauma cranico. Tale caduta, sempre secondo la Procura di Sciacca, sarebbe stata provocata dalla non idoneità dell’imbracatura utilizzata dai sanitari per lo spostamento, imbracatura che si presentava alla vista logora e consunta. A difendere i figli della signora Rosa Manzo sono gli avvocati Giuseppe Accardo e Gioacchino Minutella. Nel corso dell’udienza si sono costituiti parte civile la signora Maria Tilotta Maria e Giuseppe Tilotta. Il processo avrà inizio il 15 dicembre.

AUTORE.