ospedale-castelvetranoL’Azienda sanitaria provinciale paga 400 mila euro per evitare una possibile condanna ancora più pesante economicamente per la morte di un paziente avvenuto qualche anno addietro all’ospedale «Vittorio Emanuele» di Castelvetrano.

Questi i fatti: in base ad un provvedimento adottato dal direttore generale dell’Ente Fabrizio De Nicola, ed in pubblicazione all’albo pretorio on line, circa un anno e mezzo addietro un paziente di 70 anni L.G. venne ricoverato nel nosocomio della città della Valle del Belice dove venne sottoposto ad un intervento.

Ma dopo qualche pò di tempo, l’utente morì. Da qui l’avvio di un iter da parte degli eredi del defunto per ottenere il risarcimento del danno subìto, «causato- è scritto nella deliberazione dell’Asp- dalla negligenza, imperizia ed imprudenza del personale».

Fu avviata quindi una fitta corrispondenza che non portò ad un risultato concreto in favore degli eredi del paziente che era morto.

tratto da un articolo di Antonino Donato
per GdS.it