«Papà, non siamo solo noi sensibili verso l’ambiente, la sua difesa e il suo rispetto. Oggi ho scoperto che siamo in tanti». Morgana Roma ha 8 anni e, insieme al papà Giuseppe, di professione veterinario, ha partecipato al raduno per la Giornata mondiale del clima che si è tenuto a Palermo.

Per la piccola Morgana è stata un’esperienza indimenticabile: ha rinunciato ad andare a scuola e col papà ha scelto di essere presente all’iniziativa che si è svolta a Palermo. La giornata è iniziata la mattina presto: bus per Palermo e l’attesa per un evento che per Morgana era tutta una novità. «Una faticaccia»alzarsi così presto la mattina e il rammarico che su questi temi non sia svolta l’iniziativa nella propria città, Castelvetrano. Ma lo sforzo ne è valsa la pena. Soprattutto per Morgana che ha avuto la consapevolezza di non essere sola.

Giuseppe Roma si sarebbe aspettato la partecipazione di studenti degli istituti superiori di Castelvetrano, ma l’iniziativa – seppur a Palermo – non è stata presa in considerazione. Morgana, invece, c’è voluta essere col suo papà. E, quando è entrata in una gelateria di Palermo, la sua lezione l’ha data: non ha voluto la palettina di plastica per il cono gelato.

Già nel 2015 proprio la piccola si rese protagonista di un’iniziativa davvero particolare. Le sue parole pronunciate davanti a un cumulo di rifiuti nel territorio di Castelvetrano colpirono la sensibilità di molti. Ma non di tutti. Visto che i rifiuti, in questi anni, sono tornati in bella vista nelle campagne castelvetranesi, abbandonati in maniera disinteressata da chi se n’è dovuto disfarsene.