La data tradizionale per la celebrazione della SETTIMANA DI PREGHIERA PER L’UNITA’ DEI CRISTIANI, va dal 18 al 25 gennaio, data proposta nel 1908 da padre Paul Wattson, perché compresa tra la festa della Cattedra di San Pietro e quella della Conversione di San Paolo.

E’ un momento privilegiato di preghiera, di incontro e di dialogo. E’ l’occasione per riconoscere la ricchezza e il valore presente nelle diversità e per chiedere a Dio il dono dell’unità.

Il tema di quest’anno – “Potente è la tua mano, Signore!” – trae spunto dal canto del popolo che si riconosce liberato dalle mani del faraone dopo il passaggio del Mar Rosso, nel libro dell’Esodo. Il gruppo ecumenico della regione dei Caraibi, che ha scelto tale brano, ha voluto sottolineare proprio la forza di liberazione che ha avuto la Parola di Dio. Anche se ricevuta in un contesto di schiavitù, la Parola meditata e assimilata ha innervato infatti principi di libertà e di uguaglianza per la vita dei fedeli, così da produrre poi una trasformazione di tutta la società.

Nel cuore di questa Settimana di preghiera per l’unità dei cristiani, Venerdì 19 Gennaio 2018, alle ore 17. 30 nella Chiesa Parrocchiale “Maria SS.ma Annunziata” (la Badia) di Castelvetrano, verrà celebrata da Sua Eccellenza Mons. Giorgio Demetrio Gallaro, vescovo dell’Eparchia di Piana degli Albanesi, la Divina Liturgia in Rito bizantino.

“La partecipazione a questa solenne Celebrazione – celebrata dalla massima autorità religiosa della Chiesa Italo-albanese di Rito Greco in Sicilia , dice Don Rino Randazzo – consentirà di avvicinarci alla tradizione e alla sensibilità della liturgia cristiana orientale e quindi cominciare a conoscerla e sentirla come parte della grande tradizione cristiana da cui è nata la radice della fede in Europa e di cui la Sicilia ne è un piccolo scrigno, e compiere passi concreti verso l’unità dei fedeli cristiani.