Zero tolleranza per i “furbetti dell’ombrellone” e controlli serrati sull’intera costa da Capo Feto a Marinella di Selinunte. Dal 6 giugno ha preso il via la stagione balneare e la Capitaneria di Porto di Mazara del Vallo ha avviato, contestualmente, i controlli che continueranno per tutta l’estate. Gli uomini della Capitaneria hanno già incontrato le Amministrazioni di Castelvetrano, Campobello di Mazara e Mazara del Vallo, i comuni che si affacciano sul mare (con le loro frazioni) nel tratto di costa di competenza della Capitaneria di Mazara.

L’Ordinanza valida anche per il 2020 è quella del 2016, consultabile sul sito della Capitaneria. «Particolare attenzione sarà dedicata al fenomeno dei cosiddetti “furbetti dell’ombrellone”, ovvero di coloro che, sono soliti posizionare il proprio ombrellone nella notte o alle prime luci del giorno al fine di assicurarsi una porzione di spiaggia da raggiungere con comodo nell’arco della giornata», spiegano dalla Capitaneria. Si tratta di una vera e propria occupazione abusiva del Demanio marittimo che va a discapito della libera fruizione delle spiagge.

Per tutti valgono le misure anticovid. I bagnanti dovranno rispettare il distanziamento interpersonale, evitando assembramenti. Il rispetto delle disposizioni dovrà essere assicurato dai Comuni. L’appello è, comunque, rivolto al buon senso dei bagnanti: rispettare le misure di prevenzione è il giusto comportamento che deve adottare chiunque. Senza, per forza, che a dircelo dovranno essere gli altri (Guardia Costiera e Forze dell’Ordine compresi).