Il Ministro degli Enti Locali della Giordania, Sheahadeh Abu Hdaid, è stato ospite del sindaco di Castelvetrano, Gianni Pompeo, per poter meglio apprendere il funzionamento della macchina amministrativa.

La delegazione ,oltre che dal ministro era composta dal preside della facoltà di architettura della Giordania, Ali Abu Ghanimeh, che fungeva anche da interprete, dall’imprenditore italiano Gaetano Tosto, che è delegato del governo giordano, e dal dr. Alberto Provenzano, in passato consulente del comune.
Scopo dell’incontro era quello di apprendere le strategie di bilancio, di comunicazione e di informatizzazione tecnologica, che l’amministrazione Pompeo ha portato avanti con ottimi risultati e che sono state trasmesse agli attenti osservatori giordani che proveranno a calarli nel governo del loro Paese.

La visita è proseguita con una visita alle bellezze storico-architettoniche della città, con la guida dell’assessore alla cultura, Francesco Saverio Calcara, ed il sopralluogo presso alcune attività importanti produttive locali, guidati dall’assessore allo sviluppo economico, Felice Errante. L’incontro è stato utile anche per apprendere il funzionamento della macchina amministrativa del Paese arabo, su circa 900 parlamentari oltre 300 sono donne, ed anche i sindaci hanno poteri molto simili ai nostri amministratori, inoltre il sindaco ha voluto lodare per il prezioso ruolo di diplomazia in quel difficile contesto. Il ministro ha poi donato una targa raffigurante l’antica città di Petra, che fu una delle sette meraviglie del mondo antico, mentre il primo cittadino ha donato alcuni libri di storia locale ed una riproduzione del monumento all’olivicoltore.

ministro-giordania-pompeo-castelvetrano.jpg