Sei migranti positivi del campo spontaneo allestito all’ex “Calcestruzzi Selinunte” dovrebbero dormire stasera presso il plesso scolastico “Borgo Selinunte” di via Piersanti Mattarella a Castelvetrano. Il Comune ha individuato il plesso in disuso per consentire ai sei positivi di fare la quarantena. Già stamattina gli operai del Comune erano andati sul posto per un sopralluogo tecnico, nel tardo pomeriggio, quando la notizia si è diffusa, i residenti della zona hanno iniziato a protestare.

Ignoti hanno anche bloccato, con alcune saldature, il cancello d’ingresso al plesso scolastico in disuso. Sul posto sono arrivati gli agenti della Polizia Municipale. La scelta del plesso scolastico è scaturita dopo l’urgenza di individuare un immobile comunale per la quarantena dei positivi scoperti all’ex calcestruzzi di Castelvetrano, al confine col territorio di Campobello. Il plesso è dotato d’impianto elettrico e di fornitura d’acqua: ecco perchè il sindaco, vista l’urgenza del caso, ha scelto quell’immobile per la quarantena dei 6 migranti.