Dapprima il ritiro del mezzo antincendio da parte del Dipartimento regionale di Protezione civile, dopo pochi giorni la notizia diffusa dal sindaco sull’assegnazione di un nuovo mezzo al Comune e l’ente che ora pubblica il bando per l’assegnazione. Sullo sfondo lo scontro tra Comune e l’associazione nazionale “Nucleo Operativo Emergenze” che, sino a qualche settimana fa, aveva in affidamento il mezzo ma che ora l’Amministrazione comunale guidata dal sindaco Enzo Alfano non riconoscerebbe più.

«Al NOE il mezzo fu affidato con una convenzione firmata dall’ex Comandante della Polizia Municipale Vincenzo Bucca, a me non risulta che ci sia stata una delibera di Giunta», spiega il sindaco Alfano. «Ci sono delibere e determine a supporto della convenzione, anche firmate da lui», replica al sindaco il Presidente del NOE, Giuseppe Rapallo.

Il primo cittadino ha richiesto agli Uffici una relazione sulle situazioni pregresse di affidamento del mezzo, che dovrebbe arrivargli sul tavolo già stamattina. «Più volte abbiamo chiesto chiarimenti sull’utilizzo dei buoni carburante, chiedendo ai responsabili dell’associazione di tracciare gli spostamenti del mezzo», spiega il sindaco. «Abbiamo i fogli di marcia e la consegna dei buoni carburanti da parte del Comune avviene con documenti controfirmati dai responsabili degli Uffici comunali», replica ancora Rapallo.

«A chi ha qualche problema di memoria ricordiamo che il NOE è ancora convenzionato con il Comune per tale servizio, con un affidamento ancora in essere, quindi il nuovo bando, secondo noi, è irregolare», spiega il Presidente del NOE, Giuseppe Rapallo, che è pronto a rivolgere un invito all’Amministrazione comunale: «Adotti un comportamento idoneo e corretto nei confronti di un gruppo di volontari che merita rispetto per aver sempre operato con diligenza e professionalità». La questione è già finita nel dibattito politico, con interrogazioni consiliari e prese di posizione.

 

Giuseppe Rapallo

Enzo Alfano