Due metope di Selinunte in cambio delle Dee di Morgantina prossime “guest star” dell’Expo di Milano. Sono arrivate dal museo Salinas di Palermo per prendere il posto degli Acroliti e saranno in mostra nelle sale del museo archeologico regionale di Aidone nell’ambito dell’evento “La scultura arcaica tra Selinunte e Morgantina” inaugurato ieri.

metope selinunte

Appena restaurate, le due metope sono uno dei tesori dell’arte greca più antica e rappresentano la Sfinge alata e la Triade delfica che decoravano i templi arcaici sull’acropoli di Selinunte. Accanto a loro altri prestiti d’eccezione: preziose oreficerie cipriote dal Metropolitan museum di New York e gioielli di età ellenistica dal Salinas di Palermo tra cui il Diadema della montagna dei cavalli di Prizzi e alcune corone in foglie d’oro provenienti da Tindari.

Reperti che danno vita all’evento “Tra Cipro e Sicilia, preziosi ornamenti del passato” promosso sotto l’alto patrocinio del Consolato di Cipro per la Sicilia. Le due mostre arricchiranno il museo archeologico di Aidone fino al 31 ottobre e potranno essere ammirate anche nel weekend di Pasqua (domenica gratis) dalle 9 alle 14

Testo e foto di Isabella Di Bartolo
fonte. Repubblica.it