Mario D AngeloEntro il prossimo 24 giugno i commissari liquidatori della Mega Service spa, la società partecipata della Provincia regionale di Trapani messa in liquidazione lo scorso mese di febbraio, avanzeranno richiesta di contratto di solidarietà per i lavoratori del settore servizi e formalizzeranno l’istanza per l’accesso alla Cassa integrazione straordinaria per i lavoratori del settore edile.

Questo è quanto stabilito nel corso dell’incontro che si è svolto lo scorso pomeriggio nella sede della presidenza della Regione Siciliana.

Alla riunione hanno preso parte, tra gli altri, il capo della segreteria tecnica regionale Stefano Palazzotto, il commissario straordinario della Provincia di Trapani Darco Pellos, i commissari liquidatori Pietro Bruno e Giuseppe Mazzeo, i rappresentanti sindacali di Uil, Cisl e Cgil, Mario D’Angelo, Francesco Lo Sciuto e Mimma Argurio.
Nel corso dell’incontro a Palazzo d’Orleans i rappresentanti della Regione si sono impegnati, qualora fosse necessario “a valutare qualsiasi forma praticabile di politica attiva – si legge nel verbale del tavolo tecnico – relativamente ai lavoratori interessati del settore servizi garantendo l’accompagnamento fino alla data del 31 dicembre”.

L’impegno preso dalla Regione Siciliana – afferma il segretario provinciale della Uiltucs Mario D’Angelo – è molto importante poiché entro la fine dell’anno l’ente dovrà formalizzare come le società partecipate della provincia, e dunque i relativi dipendenti, potranno entrare a far parte dei nuovi Consorzi di Comuni. Il nostro auspicio, infatti, è che con l’avvio di tali Consorzi i lavoratori delle partecipate, e nel nostro caso specifico della Mega Service possano trovare una nuova collocazione lavorativa e non vadano, invece, a finire tra le file dei disoccupati.

Domani 14 giugno alle ore 15 si terrà un nuovo incontro nei locali dell’azienda a Trapani tra rappresentanti sindacali, lavoratori e liquidatori per definire ulteriori dettagli sul futuro dei 72 dipendenti della società.

Chiara Damiano – Ufficio stampa Uil Trapani