Martedì 20 luglio alle ore 21,00 presso PENSIERO CONTEMPORANEO sarà presentato il libro di Maurizio Pallante Ultima chiamata (ed. Lindau). Dialogherà con l’autore lo scrittore Lorenzo Raspanti. Questo libro si apre non per caso con una riflessione su un profetico testo di Giacomo Leopardi, il Dialogo di un folletto e di uno gnomo, in cui ci si interroga sulle cause dell’estinzione del genere umano. L’autore si sofferma quindi sulla situazione determinata dalla pandemia di Covid-19 – una crisi economica senza precedenti nella storia del capitalismo e una drammatica crisi sanitaria a livello mondiale -, mettendola anche in relazione con la grave crisi ecologica che affligge il pianeta (e documentando l’inefficacia delle decisioni politiche assunte per contrastarla senza compromettere la crescita economica). L’intreccio di queste diverse crisi viene interpretato come la fase terminale dell’epoca storica iniziata nella seconda metà del ‘700 con la Rivoluzione industriale. Solo una conversione economica dell’ecologia, finalizzata a rientrare nei limiti della sostenibilità ambientale – argomenta Pallante – può aprire una nuova fase nella storia umana. Non saranno i velleitari tentativi di ricostruire l’ordine sociale precedente la pandemia a farci superare questo tornante, ma la capacità di capire cosa essa ci insegna e quali prospettive può aprirci.

Il libro è un riflessione su questo momento determinato dalla pandemia, sulla crisi economica e sanitaria, mettendole in relazione con  la crisi ecologica che affligge il pianeta.

L’incontro è il secondo dei cinque organizzati dall’Associazione Selinunte Cunta e Canta con il patrocinio del Comune di Castelvetrano e in collaborazione con il Patto per le Letture e la Biblioteca comunale Leonardo Centonze.

Tutti gli appuntamenti avranno inizio alle 21. Di seguito il programma completo:

20 luglio M. Pallante  Ultima Chiamata    (Lindau)

23 luglio Lirio Abbate  Faccia di Mostro.  (Rizzoli)

25 luglio Salvo Piparo Lo Scordabolario  (Flaccovio)

3   agosto Enzo Napoli Poliorama di Selinunte (Lithos)