Ci sono altri due positivi al tampone per il coronavirus in provincia di Trapani. Si tratta di un’anziana coppia di Marsala che sarebbe venuta a contatto con un parente che abita fuori città. I due si trovano ora ricoverati presso l’ospedale “Paolo Borsellino”, nel reparto trasformato in Covid-19. L’uomo è grave perché già con altre patologie, mentre la donna ha accusato tutti i sintomi riconducibili al contagio.

Già ieri sera circolava voce che i due coniugi sarebbero venuti in contatto con il figlio proveniente da Milano. Ma questa ipotesi non è stata assolutamente confermata.

Salgono così a 13, attualmente, i positivi al coronavirus in provincia di Trapani: alcuni si trovano ricoverati presso l’ospedale “Sant’Antonio Abate” di Trapani, presso il nosocomio di Marsala, altri, invece, sono in sorveglianza domiciliare.

Di Marsala, oltre ai coniugi, è contagiato un docente di 61 anni ricoverato in rianimazione all’ospedale di Trapani. Ieri sera, il sindaco di Marsala, Alberto Di Girolamo, ha dichiarato sul suo profilo Facebook l’ennesimo, accorato, appello a rimanere a casa, rispettare le distanze, e osservare tutte le precauzioni per evitare il diffondersi del virus.