A proposito dell’allungamento della piazza di legno a Marinella di Selinunte.

piazza legno marinella di selinunteRinascita Selinuntina disapprova e contesta veementemente, non il progetto in questione di cui, certamente, ne è condivisa l’utilitá e la sua funzione, ma l’irrazionale modus operandi di questa amministrazione nel considerare prioritario questo costoso intervento, rispetto alle gravi urgenze della borgata più volte segnalate e disattese, causando danni irreparabili all’immagine della borgata per il disgusto dei turisti difronte a cotanto sudiciume diffuso, allo sfacelo di tutto il manto stradale in alcuni tratti con buche/voragini e cedimenti di marciapiedi e tombini, alla segnaletica caotica od inutilmente a segnalare la propria ruggine, come segnalo di concreto abbandono, alla terrorizzante visione di quell’immobile in cui è allocata la guardia medica, alle pericolose sterpaglie su tutto il territorio, compreso il parco archeologico, all’orrenda, fetida situazione in cui si trova il depuratore, ormai più famoso dell’acropoli selinuntina e tanto altro giá ad abundantiam denunciato da “Rinascita Selinuntina”, “Liberiamo Selinunte ” e tanti indignati cittadini, invano! Ricevendo come risposta sempre la stessa inaccettabile giustificazione : NON ABBIAMO UN EURO NELLE CASSE !!!

Adesso queste centomila preziosi euro, magicamente reperiti verranno spesi per mettere un orecchino alla bella selinunte senza però pensare a cambiarle le mutande insozzate di merda!

Non possiamo accettarlo e anzi riteniamo questa iniziativa l’ennesima dimostrazione della irresponsabile incapacità nella gestione politico, economica e SANITARIA di questa terra sempre più offesa e degradata da parte degli amministratori deputati tutti!

È questo il prioritario programma economico, culturale e sanitario, l’allungamento della piazza di legno (peraltro giá in condizioni di collassamento proprio a causa di mancata cura e adeguata manutenzione…..!) da parte di questa amministrazione !?!

O forse ci sono delle ragioni che non riusciamo a comprendere, perchè come il progetto del ponte sullo stretto, ci manca questa creativa lungimiranza ……..!?

Peppe Fontana, Rinascita Selinuntina