Siracusa. Dalle 19:00 di ieri sera, dopo la quotidiana lezione di nuoto sincronizzato, di Marika si sono perse le tracce. Tredici anni, lunghi capelli scuri ondulati, jeans strappati e maglietta blu: questa la descrizione della ragazzina che si è allontanata dalla struttura sportiva portando con sé un borsone fucsia con cui era solita andare a lezione di nuoto.

Secondo le testimonianze raccolte dagli investigatori della squadra mobile di Siracusa, Marika avrebbe concluso la lezione e sarebbe andata via in fretta, parlando al cellulare con una persona a cui avrebbe dato appuntamento all’uscita laterale della Cittadella dello sport. Dopo pochi minuti, il telefonino di Marika è stato spento e nessuno ha più avuto sue notizie.

Di fronte al portone centrale della struttura sportiva è rimasto ad aspettarla invano il padre che, come tutte le sere, era andato a prenderla. Immediate le richieste di aiuto e le prime ricerche che sono ancora in corso da parte della polizia aretusea mentre si è mobilitato un tam tam social da parte dei compagni della ragazzina che ha coinvolto la città.

La ragazzina potrebbe trovarsi ovunque. Per questo motivo, la famiglia ha diffuso la foto di Marika per facilitare le ricerche

AGGIORNAMENTO: Ritrovata dai carabinieri a Paternò, in provincia di Catania

fonte. ISABELLA DI BARTOLO (Repubblica.it)